Se ti sei mai chiesto perché dovresti sostituire il burro con l’olio qui troverai la risposta.

– L’olio evo è costituito per il 99.9% da grassi, mentre il burro contiene una frazione di acqua che riduce questa quantità intorno all’84%.

Nonostante il burro abbia un quantitativo inferiore di grassi rispetto all’olio extravergine di oliva, la maggior parte di essi sono prevalentemente grassi saturi (cattivi, dannosi all’organismo e possono aumentare il rischio di malattia cardiovascolati). Mentre i grassi dell’olio evo sono principalmente insaturi (buoni), che fanno bene all’organismo e che pertanto riducono notevolmente il rischio di malattie cardiovascolari.

-Il burro ha origine animale (contiene quindi colesterolo) mentre l’extravergine di oliva ha un’origine vegetale (privo pertanto di colesterolo), ad esempio cento grammi di burro contengono all’incirca 250 mg di colesterolo che è invece assente nell’olio di oliva.

Bisogna comunque specificare che il burro è meno calorico dell’olio (100 grammi di olio d’oliva apportano 899 calorie contro le 758 calorie del burro: circa il 16% in meno), ha una discreta quantità di grassi insaturi, di Vitamina A, D, E e sali minerali.

Ovviamente sarebbe giusto utilizzare in maniera equilibrata entrambi ma non dobbiamo mai dimenticare che l’olio extra vergine di oliva contiene delle proprietà benefiche per il nostro corpo che lo fanno pertanto preferire rispetto al burro. Ecco alcuni benefici dell’Olio Extra Vergine di Oliva:

  • Prevenzione delle malattie cardiovascolari;

  • Favorisce l’equilibrio tra grassi insaturi e polinsaturi;

  • Prevenzione della comparsa di radicali liberi di alcune cellule tumorali;

  • Prevenzione dell’invecchiamento cellulare grazie alla vitamina E che funge da antiossidante.

Per avere la giusta quantità di olio da utilizzare al posto del burro è sufficiente calcolare il 20% in meno del peso del burro

Qui in basso trovi una tabella esplicativa.